Please enable JS

Cyber Risk

Tra le PMI non c’è ancora un’adeguata consapevolezza del rischio informatico e del suo impatto finanziario. Dati alla mano, gli attacchi informatici costano alle imprese italiane circa 9 miliardi di euro l’anno (Fonte: Italia Eurispes 2017). Il panorama è mutato notevolmente a seguito dell’entrata in vigore del GDPR, la nuova normativa europea sulla privacy, la quale prevede sanzioni pesantissime a chi perderà o diffonderà dati senza autorizzazione, anche se causato da un attacco informatico.

COSA VIENE CARATTERIZZATO COME ATTACCO CYBER?

Il cyber risk è un mondo estremamente vasto e include qualsiasi violazione informatica, come hacking o ramsomware, il semplice furto di un laptop di un dipendente, l’accesso non autorizzato a informazioni sensibili sui clienti, come i numeri delle carte di credito o la cartella medica o ancora, una rottura o un guasto alla rete.

QUALI SONO I DANNI DI UN ATTACCO INFORMATICO?

Oggi tutti i business dipendono fortemente dalla tecnologia, tanto che la non corretta identificazione della giusta copertura può portare al danneggiamento del brand, può procurare dei danni reputazionali, sanzioni, malcontento degli stakeholder e quindi a potenziali gravi perdite finanziarie. Il rischio principale, in una realtà come quella italiana, fatta di piccole/medie imprese, resta però il rischio della perdita della propria specificità produttiva a causa furto del know-how e dei segreti aziendali (brevetti, licenze, intellectual proprety, etc…)

CHI DOVREBBE ASSICURARSI?

Poiché non esistono sistemi inviolabili, ogni organizzazione dovrebbe chiedersi se i suoi dati sono al sicuro, se ha quantificato un eventuale rischio e se esegue un controllo sistematico su fornitori e organizzazioni esterne con i quali entra in contatto. L’assicurazione Cyber Risk sarà utile all’azienda, l’ente o l’organizzazione che:

  • Ha processi interni digitalizzati (fatturazione, produzione, distribuzione);

  • Raccoglie informazioni di pagamento per le vendite;

  • Ha un database di informazioni personali su clienti e fornitori;

  • Memorizza le informazioni sui dipendenti digitalmente;

Va sottolineato come, secondo il nuovo GDPR, anche i Manager dovrebbero premunirsi di una polizza personale dovendo più di altri rispondere ai danni provocati da attacchi informatici responsabili di violazioni della privacy e dei segreti industriali d’azienda.

COSA POSSIAMO FARE?

For Insurance Broker, grazie ad una profonda conoscenza del mercato e ad una collaborazione con le migliori Compagnie assicurative internazionali, è in grado di supportare le aziende nella valutazione e gestione di questo tipo di rischio. Grazie ai nostri esperti, siamo in grado di proporre polizze per la gestione del Cyber Risk che soddisfino le esigenze di ogni singolo cliente.

CONTATTACI

Inviaci una mail a
insurance@forinsurance.it
o chiamaci allo
+39 0423 370848